Pavimento in legno

Pavimento in Legno: quale pavimentazione in legno, caratteristiche e tutele

Di recente il mondo delle pavimentazioni di legno si è arricchito di specie legnose nuove, che hanno ampliato la gamma di scelta, sia sul piano estetico che sulle possibilità di impiego in varie destinazioni d’uso.

I nuovi legnami, nella maggior parte dei casi provenienti da paesi esotici, sono stati talvolta introdotti con denominazioni commerciali differenti pur appartenendo alla medesima specie. Le ragioni possono essere sia commerciali (lancio di un prodotto nuovo, necessità di differenziarsi da prodotti concorrenti, ecc.) sia alla fonte, a seguito di denominazioni particolari attribuite dagli stessi fornitori del paese d’origine.


Conoscere invece esattamente il nome commerciale della specie in abbinamento con la sua provenienza geografica rappresenta una condizione imprescindibile per avere informazioni certe sulle caratteristiche del legname impiegato nelle pavimentazioni in legno per interni e sul suo comportamento fisico meccanico e nel tempo.

Oltre a questi aspetti, ne esiste uno ulteriore che riveste un ambito più propriamente legislativo e riguarda la corretta informazione al consumatore finale, richiesta come obbligo, sia in termini di garanzia che di “scheda prodotto”, dall’intero impianto normativo sull’argomento.

La legge 129/91 sulla tutela del consumatore, i relativi decreti attuativi e per ultimo il Codice del Consumo emanato a settembre 2005 obbligano il produttore a rendere immediatamente e chiaramente riconoscibile il prodotto immesso sul mercato, attraverso una serie di informazioni che vanno dalla descrizione del prodotto, alla sua composizione fino alle istruzioni d’uso e manutenzione. In tale contesto anche la denominazione corretta della specie legnosa della nostra pavimentazione di legno rappresenta un importante elemento di riconoscimento, proprio a tutela non solo dell’utente finale, ma anche di tutte le altre figure che intervengono nella filiera di commercializzazione e posa del prodotto.

All’interno di una stessa specie legnosa può manifestarsi una forte variabilità delle caratteristiche, in funzione, ad esempio, dell’area geografica di accrescimento; è fondamentale quindi conoscere le proprietà del legno utilizzato per avere la certezza che le caratteristiche corrispondano a quelle note per la determinata specie e che tali caratteristiche rendano quindi il prodotto idoneo all’impiego previsto in fase progettuale, prescrittiva o di capitolato.