Parquet nodi

Parquet Nodi: classe d’aspetto legno del Parquet Rovere, misura di qualità

La norma UNI EN 13489 specifica che il materiale impiegato per lo strato superiore deve essere legno di latifoglie o di conifere selezionato, giovane e sano senza carie, funghi, muffa o danni da insetti. Da una lista all’altra possono esserci delle variazioni, ma l’impressione generale del pavimento posato deve mostrare il carattere omogeneo di ogni classificazione. Date le inevitabili differenze di classificazione, la norma in esame ammette che il 3% degli elementi di un lotto possa essere di altre classi.


Nella tabella seguente sono riportati esempi di classificazione per la quercia (Quercus spp. – parquet rovere)

Caratteristiche Classe cerchio Classe triangolo Classe quadrato
Alburno sano Non consentito Consentito fino al 50% della faccia anteriore, se distribuito
Nodi (a) sani e aderenti Consentiti se: diametro <= 3 mm Consentiti se: diametro <= 8 mm
Nodi (a) marci Consentiti se: diametro <= 1 mm se non raggruppati (b) Consentiti se: diametro <= 2 mm
Cretti (setolature) Non consentiti Consentiti fino a 20 mm di lunghezza per lista Tutte le caratteristiche sono consentite senza limiti di dimensioni o quantità se non compromettono
la resistenza o la qualità di resistenza all’usura dei pavimenti in legno
lnclusioni
di corteccia
Non consentite Non consentite
Colpo di fulmine Non consentito Non consentito
Deviazione
della fibratura
Consentita, nessun limite Consentita, nessun limite
Variazioni di colore Consentita leggera variazione Consentita
Raggi parenchimatici (specchiature) Consentiti Consentiti
Alterazione biologica Non consentita Non consentita Non consentita, ad eccezione dell’azzurramento e dei forineri da insetti (moschettatura)
PARTI NON VISIBILI
Tutte le caratteristiche sono consentite senza limiti di dimensioni o quantità se non compromettono la resistenza o la qualità di resistenza all’usura delle pavimentazioni di parquet
(a) Le spaccature dei nodi e i fori causati dai nodi devono essere stuccati (b) I nodi si considerano raggruppati se la distanza che li separa, misurata da bordo a bordo, non è maggiore di 30 mm