Finitura parquet

Finitura Parquet: lavorazione, quali e quante finiture per il parquet in legno

Di seguito elencate le varie finiture applicabili ai parquet.

Vernice: le vernici sono le più utilizzate come finiture per i parquet posati all’interno e sono quelle:

– poliuretaniche monocomponenti e bicomponenti che hanno, tra l’altro, alcune caratteristiche quali una ottima resistenza all’abrasione ma anche quella di tendere a scurire il legno esaltandone la venatura;

– all’acqua monocomponente e bicomponente con la proprietà di essere quasi inodore e quindi meno dannosa alla salute del posatore e all’ambiente e di scurire meno il legno;

– ureiche o uretanichecon la caratteristica di mantenere chiari i legni chiari.


Parquet finitura olio

Cera: la caratteristica particolare della finitura a cera è che esso permette la continua traspirazione del legno poiché non ne sigilla le porosità come nel caso della verniciatura. Il trattamento è inoltre compatibile con tutti i legni, non causando particolari reazioni di colorazione ma richiede una maggior cura nella manutenzione.

Olio: si tratta della scoperta più recente per quanto riguarda la finitura del parquet ed ha ottenuto vasti consensi. La miscela che più spesso viene usata è composta da oli vegetali che impregnano il legno “caricandolo” di tonalità e proteggendolo molto bene pur lasciando lo traspirare. Richiede manutenzione almeno una volta l’anno con prodotti nutrienti e ricostituenti per il legno.

Tabella valori di Gloss
Classificazione della finitura in rapporto al suo grado di brillantezza

DEFINIZIONE
DELLA VERNICE
GLOSS
Valori misurati con glossometro con angolo di 60° su una verniciatura con ottimo potere coprente (3 strati)
LUCIDA 81-100
SATINATA O SEMILUCIDA 51-80
OPACA 21-50
MAT 0-20